ข่าวฟุตบอล ผลบอล วิเคราะห์บอล ผลบอลสด หน้าแรก โปรแกรมบอลพรุ่งนี้ ไฮไลท์ฟุตบอล

Www khmer xxx

Alcuni dei contenuti riportati potrebbero urtare la sensibilità di chi legge. Le informazioni hanno solo www khmer xxx fine illustrativo. Wikipedia può contenere materiale discutibile: leggi le avvertenze. Cannibalismo, sinonimo di predazione intraspecifica, è un termine che indica la pratica del mangiare i propri simili.

Nel mondo animale il cannibalismo è comune: le ragioni risiedono solitamente nella sovrappopolazione, nella scarsità di risorse alimentari, nella necessità di eliminare giovani imperfetti che trasmetterebbero alla specie un patrimonio genetico inadatto, oppure per eliminare la discendenza che la femmina ha avuto da un differente maschio, imponendo la propria. I rettili marini preistorici Mosasauri non di rado si nutrivano di Mosasauri più piccoli. Il cannibalismo intrauterino si verifica in specie carnivore che generano più embrioni alla fecondazione, ma solo uno o due arrivano alla nascita. L’individuo o gli individui più grandi o più forti utilizzano i fratelli meno sviluppati come fonte di nutrimento. Si ha adelfofagia quando il feto dominante si nutre degli altri embrioni e ovofagia se si ciba di uova.

Non è stato dimostrato che il consumo di proteine della propria specie possa produrre effetti deterioranti per l’organismo cannibale. Per necessità in casi di carestia estrema. Nel contesto di alcuni disturbi mentali. Si distinguono due differenti tipi di comportamento cannibale: l'”endocannibalismo”, che consiste nel mangiare membri della propria comunità, e l'”esocannibalismo”, che consiste nel mangiare membri di un’altra comunità. Generalmente in antropologia si parla di cannibalismo come atto rituale all’interno di culture primitive, mentre l’antropofagia designa semplicemente l’atto di mangiare carne umana. I termini cannibali e cannibalismo derivano dalla parola canniba, riportata per primo da Cristoforo Colombo, con cui gli amerindi delle Piccole Antille designavano certe popolazioni dedite all’antropofagia.

Cannibalismo in Brasile nel 1557, riferito da Hans Staden. Sono stati messi alla luce reperti archeologici di ossa umane variamente manomesse che sembrano attestare il cannibalismo rituale, anche se non ci sono documenti che spieghino le manomissioni. Cannibalismo alimentare: quello effettuato per necessità alimentari. Avviene solo in casi di necessità estrema. Cannibalismo rituale: diffuso in passato e viene praticato tutt’oggi. Pseudo-cannibalismo: pratiche non cannibali, o non necessariamente cannibali, connesse al culto dei morti che possono lasciare tracce affini alla macellazione, come la scarnificazione dei corpi dei defunti.

Il cannibalismo è stato presente in varie culture, anche molto distanti fra loro. Può quindi assumere significati diversi, sebbene di solito riguardi la trasmissione di virtù dal morto ai vivi o l’esorcizzazione dello spirito del morto. Si ritiene che sia presente sin dai primordi della storia umana ed è stato praticato fino all’epoca contemporanea. Premesso che pratiche non cannibali o non necessariamente cannibali connesse al culto dei morti possono lasciare tracce simili alla macellazione, la più antica testimonianza di un presunto cannibalismo risale a 800 000 anni fa ad opera di Homo antecessor a Gran Dolina, in Spagna.